Instagram annuncia la funzione per la condivisione degli NFT: tutti i dettagli

Per gli NFT si aprono le porte su Instagram. Quindi molto presto potremmo vedere la crypto-arte esplodere sul mondo dei social network, grazie anche all'integrazione in corso per le blockchain. Tra questi vediamo Ethereum, Polygon e Flow.

La blockchain più sfruttata per creare arte virtuale si sta preparando a colpire Instagram. Un progetto pilota per incontrare un piccolo gruppo di fan statunitensi, il social network intende svilupparsi presto. Mentre Twitter addebita agli utenti una tariffa per la pubblicazione di lavori come immagine del profilo, Instagram non dovrebbe averne. Sono attualmente in corso integrazioni Blockchain per NFT come Ethereum, Solana e Polygon. Inoltre, il social network vuole supportare i wallet più noti per consentire agli utenti di dimostrare la proprietà degli NFT in mostra. MetaMask è uno di questi portafogli. È lo strumento che collega il browser dell'utente alla piattaforma Ethereum. Dato che Instagram è stato utilizzato da tempo dagli artisti più diversi per mostrare le loro creazioni, questa mossa è prevedibile. Lo stesso Mark Zuckerberg ha lasciato alcuni indizi all'evento SXSW di Austin. L'apertura a questa nuova frontiera artistica potrebbe aumentare la visibilità del social network, che conta ormai un miliardo di utenti attivi mensili. Non solo Instagram vuole mostrare NFT esterni, ma vuole anche facilitare la creazione di nuove opere digitali. La data di inizio del 9 Maggio è stata fissata per la fase di test del progetto.

NFT Art, prossimi orizzonti

Il mercato dell'arte di quest'anno sembra essere trainato dallo sviluppo delle opere NFT. Per ora, però, tra gli esperti ci sono appassionati che vedono un futuro digitale e scettici che pensano che i token siano solo una moda passeggera. Grazie agli NFT è nata la cripto arte perché ogni pezzo è a prova di manomissione. NFT è un contratto di proprietà virtuale utilizzato per verificare l'unicità di un prodotto artistico. La riproduzione è impossibile, come è successo spesso nella pittura e nella scultura nel corso della storia. I token possono essere opere, GIF o video. Lo spazio NFT sta diventando sempre più redditizio. Meme, GIF e illustrazioni possono essere venduti per l'equivalente di migliaia di euro in cambio di criptovalute. Un artista come Mike Winkelman, che non ha mai avuto successo con le stampe fisiche, ha venduto un'opera digitale per 70 milioni di dollari.

LEGGI ANCHE:

Lascia un commento