Telegram entra nel mondo delle criptovalute: ecco come scambiare Bitcoin direttamente dall'App

Telegram, l'applicazione di messaggistica istantanea capace di rendersi la principale competitrice del colosso Whatsapp, non smette mai di aggiornarsi e ultimamente si è aperta anche al mondo delle criptovalute. Grazie al recente update che ha implementato molte nuove funzioni riguardo una delle sue funzioni più apprezzate, i  famosi bot, The Open Network ne ha appunto creato uno che permette lo scambio di queste risorse in diretta. L’ultimo aggiornamento di Telegram riguardo i bot appunto recita: Dal 2015 milioni di persone hanno usato i BOT per convertire file, fare acquisti online e anche pagare le tasse. I bot di Telegram supportano già l’autorizzazione senza interruzioni, l'elaborazione di pagamenti tramite 15 fornitori di pagamento integrati (con Google Pay e Apple Pay supportati direttamente), la raccolta di feedback, la consegna di notifiche su misura per gli utenti e molto altro. Oggi stiamo aggiungendo un'intera nuova dimensione, dando agli sviluppatori di bot gli strumenti per creare interfacce infinitamente flessibili con JavaScript, il linguaggio di programmazione più popolare al mondo. Con questo, i bot di Telegram possono sostituire completamente qualsiasi sito web.

Non potevano, allora, farsi sfuggire la ghiotta occasione i ragazzi di The Open Network e infatti è da poco possibile, grazie al wallet bot, la trsmissione di Toincoin. Secondo i dati inerenti la blockchain decentralizzata The Open Network, il riscontro dell’ utenza è stato oltretutto di notevole impatto. Il numero di utenti che avrebbero interagito con la nuova funzionalità presente su Telegram, infatti, si attesterebbe ad oltre 800mila. Non proprio bruscolini, dunque, e non c’è neanche nessuna ragione di pensare che la cifra non salga ulteriormente in breve tempo.

Telegram, allora, cerca sempre più di evitare di essere messa a confronto con Whatsapp cercando di puntare non a servizi alternativi, ma a possibilità esclusivamente legate alle sue funzionalità. Molti altri sono stati infatti gli update avvenuti negli ultimi tempi e tra questi troviamo, ad esempio, la possibilità di trasformare qualsiasi suono in un tono di notifica, creando avvisi personalizzati dalla tua musica preferita o persino dai tuoi meme o il menu di autoeliminazione nei profili. Queste, appunto, sono funzionalità non presenti su Whatsapp e crediamo che strutturare un’ identità propria, al posto di vivere della luce riflessa del colosso di Menlo Park, sia indiscutibilmente la scelta più saggia. Cosa dobbiamo aspettarci, allora, nei prossimi tempi dall’ applicazione dell’aeroplanino di carta? Nessuno può dirlo con certezza ma quello che è certo è che le novità dai laboratori di Dubai non tarderanno ad arrivare.

LEGGI ANCHE: Telegram, in cosa consiste la rivoluzione dei SuperBot? Ecco cosa c'è da sapere

Lascia un commento