Android, ecco quali sono le specifiche tecniche più usate dagli utenti

Grazie al resoconto di AnTuTu possiamo tracciare un bilancio delle specifiche tecniche più utilizzate dall’utenza di Android. Nel primo trimestre del 2022, infatti, sono stati raccolti dei dati che confermano il sistema operativo del robottino verde come quello più in voga del momento. Ma quali sono i dispositivi più utilizzati su cui gira il suddetto OS e quali sono i requisiti tecnici più frequenti che la sua utenza ritiene idonei al suo utilizzo? Un rapporto sui dati verificabili, ribadiamo, sul portale di AnTuTu fuga ogni dubbio e più che grandi novità è possibile parlare di solide conferme. Andiamo, allora, a vedere nel dettaglio di cosa si tratta e se il nostro device rientri in quelli preferiti dalla maggioranza o no.

Il primo dato che riteniamo utile presentarvi è quello inerente la grandezza del display. Il 30% dell’utenza Android, infatti, utilizzerebbe quelli da 6,7 pollici mentre la metà, il 15% dunque, preferirebbe display da 6,6 pollici. Questo dato, in oltre, conferma l’attuale tendenza delle case produttrici di telefoni cellulari di sviluppare modelli più grandi e con una superficie di lavoro di maggiore ampiezza. Un secondo dato interessante viene anche dalla frequenza d’ aggiornamento più usata. Il 33% infatti ne utilizzerebbe una con un refresh rate di 120 Hz, mentre la stragrande maggioranza, il 55%, si accontenterebbe di quella a 60 Hz. Per i processori, poi, non c’è davvero nulla di sorprendente ma i dati raccolti potranno essere utili nell’orientare lo sviluppo della prossima generazione. Quasi il 65% dell’utenza Android, infatti, utilizzerebbe il noto SoC Snapdragon, il 17% il MediaTek e solo un 10% il potente Exynos di casa Samsung. Lo stesso, poi, dicasi riguardo i dati inerenti la RAM. Non molti, infatti, sono quelli che ne  utilizzerebbero una di 12 GB, un misero 10%. Per quanto riguarda le altre due categorie, invece, le percentuali si differenzierebbero di pochissimo e sarebbero rispettivamente del 30% e del 29% per quanto riguarda i sistemi ad 8 e a 6 gigabyte di Random Access Memory.

Sembrerebbe allora che i dispositivi di fascia media vadano per la maggiore e che siano ampiamente apprezzati dall’utenza Android. Questi dati, poi, saranno di sicuro utili per il prossimo sviluppo della nuova generazione di smartphone e ci appare promettente l’ipotesi per cui nei prossimi tempi potremo vedere lanciati sul mercato dispositivi con prestazioni buone ma non esorbitanti, con display grandi e difficilmente con una  ram superiore agli 8 giga. Staremo a vedere nel prossimo trimestre se i dati si riconfermeranno o vedremo qualche inaspettata novità ma per ora non c'è ancora nulla di davvero sorprendente.

LEGGI ANCHE: iOs contro Android, spunta un dato drammatico per Google: l'indiscrezione

Lascia un commento