Noto YouTuber sanzionato dalla FAA, viene ritirato il brevetto di volo: l'ipotetica ricostruzione della vicenda

Il mondo degli youtuber conta ormai un numero sterminato di nomi. È naturale, allora, che per “macinare” grandi numeri di visualizzazioni sia in atto una vera e propria gara a chi “la fa più grossa” e quello che è accaduto recentemente ha appunto davvero dell'incredibile. A quanto pare, infatti, la FAA (Federal Aviation Administration) avrebbe ritirato il brevetto di volo ad un noto youtuber per il suo atteggiamento sconsiderato e riteniamo che, effettivamente, il comportamento di quest’ultimo sia davvero inqualificabile. Stando appunto alle immagini pubblicate da Trevor Jacob, sembrerebbe che questi abbia schiantato di proposito il proprio velivolo per avere un grande numero di visualizzazioni in breve tempo.

La Federal Aviation Administration è l'agenzia del Dipartimento dei Trasporti nord americana con lo scopo di regolare e sovrintendere a ogni aspetto inerente l'aviazione civile negli Stati Uniti e nelle acque internazionali circostanti. Questa agenzia per la sicurezza aerea avrebbe infatti ritirato il permesso di volo di Jacob dopo aver visionato il video  “I Crashed My Plane“ pubblicato dallo stesso dove sarebbe verificabile il suo inqualificabile comportamento. Stando alla comunicazione ufficiale che l’ FAA ha infatti rivolto all’aviatore è possibile leggere: "Le tue azioni eclatanti e intenzionali in queste date indicano che attualmente non hai il grado di cura, giudizio e responsabilità richiesti a un titolare di certificato. Hai dimostrato una mancanza di cura, giudizio e responsabilità scegliendo di saltare da un aereo solo per poter registrare il filmato dell'incidente".

Ricordiamo che lo YouTuber è anche un noto atleta ed ha partecipato alle Olimpiadi Invernali Sochi del 2014 nella categoria snowboard.  Si diletta, oltretutto, anche nel paracadutismo ed è infatti molto noto negli ambienti degli sport estremi. Questa volta, però, di estremo c’ è stata solo la sua sconsideratezza perché, scegliendo consapevolmente di non operare le procedure previste in caso di guasto, avrebbe intenzionalmente messo in potenziale pericolo qualche ipotetico sventurato. Non cercando neanche di riavviare il motore del velivolo, evitando di contattare la torre di controllo e non tentando neanche di individuare il più vicino luogo d’atterraggio alternativo, avrebbe così commesso gravissime irregolarità tali da rendere impossibile non revocargli il permesso di volo. Ricordiamo, oltretutto, che la sanzione recita che ad ogni giorno che passi senza che Jacob restituisca i documenti di volo, il reo debba pagare l’ammontare di 1.000 dollari. Non crediamo, allora, che la “monetizzazione” del video in questione possa ripagarlo dei danni causati, calcolando oltretutto il fatto che il pilota abbia adesso un aeroplano in meno.

LEGGI ANCHE: YouTube, l'allarme dei creatori di contenuti: "Gli spammer sono sempre più pericolosi"

Lascia un commento