OPPO Store, ora puoi acquistare uno Smartphone ricondizionato, e inquinare meno: tutti i dettagli

Oppo è un produttore cinese di elettronica di consumo fondato nel 2001, con sede a Dongguan, nella provincia del Guangdong, nella Cina meridionale. Il suo nome non è tra i più  noti ma va comunque detto che deteneva la quinta quota più grande del mercato globale della telefonia mobile dopo Samsung, Apple, Huawei e Xiaomi nel 2017, quindi non proprio una piccola compagnia. Quello che è degno di nota, però, è che l’azienda ha da sempre rivolto un particolare interesse nell’istituire politiche rivolte alla riduzione del proprio impatto ambientale e anche questa volta ne ha progettata una davvero apprezzabile. Se già tre anni fa, infatti, decise di aderire allo standard internazionale di packaging “3R+1D”, riducendo in tal modo oltre del 90% l’utilizzo di plastica nei propri imballaggi, in questo 2022 ha davvero deciso di superarsi.

Da poco, infatti, sono disponibili nei suoi store un gran numero di smartphone ricondizionati. Assicurando l’alta prestazione di questi prodotti tramite certificati di garanzia frutto di una rigenerazione certosina, Oppo venderà nei propri negozi on line e fisici i suoi modelli usati a prezzi molto competitivi. Non passi in secondo piano, però, la drastica riduzione di materiale inquinante che viene così a profilarsi grazie a questa strategia. Se molti potrebbero pensare che questa, infatti, possa essere più un attività legata a motivazioni economiche e d’immagine, ricordiamo che già dal 2019 l’azienda cinese ha deciso di utilizzare l’acido polilattico per le proprie confezioni, a differenza di molte altre aziende e senza comunicazioni clamorose in tal senso. Crediamo, dunque, che se di sicuro nessuna compagnia intraprenderebbe mai una politica aziendale nociva per la propria immagine o per il proprio portafoglio, anche Oppo abbia certamente operato questa scelta alla luce degli ovvi benefici che poteva trarne. Va detto, però, che è da tempo che l’attenzione rivolta da Oppo verso la problematica ecologica è  mantenuta con costanza e serietà  e quindi non abbiamo alcun motivo di mettere in dubbio la sua buona fede.

Ricordiamo, oltretutto, che da tempo è nata anche una partnership con National Geographic per il progetto Endangered Colours dove il colosso cinese e l'istituzione scientifica ed educativa collaborano investendo risorse per la realizzazione di scatti fotografici da parte dei migliori professionisti in ambito naturalistico, per la sensibilizzazione sul tema della salvaguardia del pianeta. Le nostre tasche e il nostro pianeta ringraziano caldamente Oppo, dunque, e speriamo che possa fungere da esempio per molte altre aziende del settore.

LEGGI ANCHE: Arriva Oppo Reno 7 anche in Italia: tutti i dettagli sul prezzo e le specifiche tecniche

Lascia un commento