Baldur's Gate 3, Larian esclude la possibilità di una versione 2022: ecco cosa c'è da sapere

Tutti i veri appassionati di role-playing game drizzano le antenne quando si parla di “Baldur’s gate”. Il primo capitolo della saga uscì nell’ormai lontano 1998 e per anni detenne lo scettro di miglior gioco di ruolo in circolazione. Le tantissime abilità, i personaggi con tagli caratteristici, la trama e, soprattutto, l’universo narrativo di Forgotten Realms sono solo alcuni degli elementi che hanno fatto della nota saga un titolo davvero memorabile. I più vecchietti di noi attendevano da anni il terzo capitolo della saga e, anche da fonti ufficiali, si è saputo che avremmo smesso di aspettarlo in questo 2022. Purtroppo, però, sembra che non sia così e a quanto pare la fase di progettazione e sviluppo sta richiedendo più tempo del previsto.

Durante il D&D Direct tenuto questo 21 aprile è stato possibile vedere lo stato dei lavori del nuovo titolo grazie ad un resoconto del diario degli sviluppatori di “The Journey So Far”. Oltre a diverse novità inerenti i personaggi giocabili e le ambientazioni, la notizia principale è stata che l’accesso anticipato a Baldur’s Gate 3, previsto per quest’anno, sarà posticipato al 2023. Non deve essere recepita, però, questa notizia con particolare disappunto. E’ da tempo che gli sviluppatori di videogame immettono sul mercato titoli “parzialmente completi” per utilizzare la propria utenza come beta tester. I ritmi serrati di sviluppo, poi, non hanno mai portato a nulla di davvero vantaggioso. Senza citare titoli arcinoti per la loro incompletezza, molti di voi gamers hanno giustamente ancora il dente avvelenato. Ebbene, è proprio questo che Larian vuole evitare cercando di proporre questo nuovo lavoro nella sua interezza.

Si legge sul portale ufficiale del gioco: Un antico male è tornato a Baldur's Gate, intento a divorarlo dall'interno. Il destino di Faerûn è nelle tue mani. Da solo, potresti resistere. Ma insieme, potrete passare oltre . Raduna il tuo party. Sembrerebbe, allora, che il gameplay sia impostato principalmente sulla modalità co-op ed è ormai noto da tempo che lo sviluppo di quest’ ambito è spesso molto impegnativo. Dalla latenza dei server alla creazione del party, non sempre si riesce “in tempo” a dedicare le risorse necessarie a questo aspetto. E’ lecito supporre, dunque, che le problematiche inerenti il rilascio della beta comprendano non solo la fase single-player. Non tutti i mali vengono per nuocere, però, e se il capitolo precedente della saga, come in molti ricordano, è stato pubblicato ben 22 anni fa, potremmo aspettare ancora qualche mese per BG3 ma non in una versione parziale. Ormai, purtroppo o per fortuna, abbiamo fatto le ossa.

LEGGI ANCHE: EpicGames, a partire da oggi due videogames popolarissimi saranno scaricabili gratis in versione completa

Lascia un commento