Telegram, in cosa consiste la rivoluzione dei SuperBot? Ecco cosa c'è da sapere

Al centro dell’ ultimo maxi aggiornamento di Telegram, l’unica applicazione di messaggistica istantanea capace di rivaleggiare con il colosso Whatsapp, ci sono di sicuro le nuove funzionalità legate ai celeberrimi BOT.  Questa nuova versione infatti aggiunge la creazione di toni di notifica individuali, l'impostazione di valori personalizzati per silenziare le chat o per la cancellazione automatica dei messaggi, così come bot potenziati pronti a superare qualsiasi sito web, un inoltro migliorato che conserva le risposte, e molto altro. Così, appunto, si legge nel comunicato ufficiale dell’azienda. La nostra attenzione però è rivolta all'aspetto della  progettazione di sistemi automatici, i BOT appunto. Tratto distintivo dell’app dell’ aeroplanino di carta, l’attenzione su questa nuova versione è stata focalizzata infatti senza dubbio sul versante dei super-user. Presenti dall’inizio del suo rilascio, il lontano 2015, i Bot hanno sempre fatto di Telegram un’ applicazione che rivolge un particolare sguardo al mondo degli “smanettoni” e, ancora una volta, sembra voler confermare questa tendenza. Gestiti da JavaScript, l’ambiente di progettazione dei nuovi BOT Telegram sembra che comporterà tantissime novità, vediamo quali.

Stando a quanto è possibile leggere sul loro sito ufficiale, infatti, avrebbero aggiunto un'intera nuova dimensione, dando agli sviluppatori di bot gli strumenti per creare interfacce infinitamente flessibili con JavaScript, il linguaggio di programmazione più popolare al mondo. Con questo, i bot di Telegram possono sostituire completamente qualsiasi sito web. Inoltre, poco più avanti, si aggiunge: I bot di Telegram possono anche svolgere piccoli compiti come la gestione della chat aggiungendo funzioni extra, automatizzando i processi o aiutando i moderatori. Gli utenti possono ora rapidamente aggiungere bot ai loro gruppi o canali direttamente dal profilo del bot e configurare immediatamente diritti e permessi per il bot. Che la messaggistica istantanea e lo sviluppo di siti web stia per ricevere un grande scossone, allora? Staremo a vedere. Quello che però vi segnaliamo è che l’ultima versione di Telegram no si è limitata ad una nuova gestione dei bot.

Dai suoni di notifica personalizzati al nuovo menu di autoeliminazione nei profili, passando per  il miglioramento della Traduzione dei messaggi  su iOS, Telegram conferma ancora una volta di voler rendersi più che alternativo a Whatsapp, fornendo servizi sempre nuovi e accattivanti. I suoi BOT, poi, siamo certi che ci riserveranno tantissime nuove sorprese e le loro applicazioni andranno di sicuro oltre la nostra immaginazione. Attendendo i frutti che questi nuovi strumenti di sviluppo porteranno, diamo un'occhiata nelle nostre chat Telegram per vedere se già non sia accaduto qualcosa di nuovo.

LEGGI ANCHE: Whatsapp copia Telegram: ora si può usare anche senza numero di cellulare

Lascia un commento