Amazon sta pensando alla realtà aumentata con un nuovo dispositivo? Quello che c'è da sapere

Moltissime aziende stanno puntando sullo sviluppo di tecnologie inerenti la realtà aumentata. Se si seguono i recenti sviluppi riguardo il metaverso e l’ innovazione nel campo dei visori hi-tech, senza ombra di dubbio si può sostenere che questo nuovo ambito di tecnologie stia per fare il suo imminente arrivo nelle nostre vite. È molto probabile, infatti, che l’impatto che la realtà aumentata potrà comportare sulle nostre abitudini  sarà di proporzioni tutt’altro che trascurabili. Un futuro dove semplicemente camminando per strada con i nostri occhiali sarà possibile, ad esempio, scansionare codici QR o controllare la nostra pagina social con un movimento della pupilla è, appunto, sempre più vicino. Questo lo sanno benissimo tutte le compagnie di sviluppo hardware e software che ormai, infatti, da diverso tempo stanno concentrando i propri sforzi proprio sullo sviluppo di queste innovative tecnologie.

Quello che sta accadendo di recente è, per l'appunto, l’interesse di una delle maggiori aziende al mondo, Amazon, che con ogni probabilità sta investendo cifre considerevoli in un progetto di questo genere. Scandagliando alcuni annunci di lavoro presentati dalla compagnia di Jeff Bezos, infatti, sembra che ci sia la necessità di professionisti capaci di sviluppare proprio questo genere di tecnologie. Stando a quanto è appunto possibile leggere sulla pagina dedicata del famoso sito di e-commerce, le figure che sarebbero richieste sono product manager e ingegneri software che debbano dedicarsi alla progettazione e sviluppo di un nuovo dispositivo smart home. Non sappiamo con certezza, però, se questo progetto comprenda la creazione da zero di un nuovo dispositivo o sì si vada ad intervenire su qualcuno di già disponibile sul mercato. Ricordiamo che già da tempo Amazon ha operato l’acquisto di diversi brevetti inerenti proprio la creazione di visori a realtà virtuale. Di acqua, però, ne è passata sotto i ponti e di un visore targato Amazon, ad oggi, ancora non c’è traccia.

Cosa ci aspetta, dunque, all’orizzonte? Un dispositivo nuovo di zecca proveniente direttamente dai laboratori di Seattle o una grande collaborazione con qualche colosso del settore informatico. Le risposte non tarderanno certo ad arrivare e le nostre supposizioni troveranno, molto probabilmente, a breve conferma. La realtà aumentata è alle porte e Amazon lo sa benissimo. Riuscirà, allora, l’azienda di Bezos a creare qualcosa in grado di competere con i colossi hi-tech? Di certo i fondi non mancano e allora rimane solo da vedere cosa, nel frattempo, altre compagnie come Google o Apple sforneranno dai loro laboratori.

LEGGI ANCHE: Playstation VR2, mancano pochi mesi al lancio: cosa sappiamo sul visore per la Realtà Virtuale Sony

Lascia un commento