WhatsApp, nascondere "l'ultimo accesso" a singoli contatti: ecco come fare

Tutti sappiamo che la privacy è un fattore molto importante, soprattutto quando si parla di social network o applicazioni di messaggistica istantanea. Molto spesso, però, oltre alle policy sul trattamento dei nostri dati personali che solitamente dobbiamo sottoscrivere per accedere al servizio, non c’è una grande attenzione sulla possibilità di nascondere il proprio stato di attività agli altri utenti. E’ infatti generalmente diffusa la possibilità di cambiare il proprio status solo per tutti gli altri utenti contemporaneamente. Se parliamo di Whatsapp, ad esempio, molti noi  avranno deciso, infatti, di  mostrare o meno il proprio stato di attività agli altri utenti. Può capitare, però, che ci sia chi voglia dare questo “privilegio” a qualcuno di specifico nella propria rubrica, senza che però gli altri possano fare altrettanto. E’ possibile una procedura del genere e se si, come fare?

Ebbene, la risposta è certamente positiva e farlo sarà molto più semplice di quanto pensiate. Questa novità, però, non è stata ancora introdotta ed è ovvio che in molti non ne siano nemmeno a conoscenza. Il primo ad essersene reso conto è stato, infatti, il sito specializzato WABetaInfo che ha comunicato che nel prossimo aggiornamento dell’applicazione di messaggistica istantanea più scaricata al mondo sarà possibile celare l’accesso a specifici gruppi di contatti o ai singoli  profili. Nello specifico, quello che verrà ad essere modificata sarà la possibilità di mostrare o meno il proprio orario di accesso. Quando apriamo una qualsiasi chat Whatsapp, infatti, collocata sotto il nome del contatto è possibile trovare una scritta che riporta le parole: “Ultimo accesso oggi alle ore…”. Come avviene già in Facebook, allora, quello che dalla prossima patch sarà possibile fare è appunto scegliere i contatti in rubrica a cui non mostrare l'orario del nostro ultimo accesso.

Stando alle ultime indiscrezioni le possibilità saranno, oltre alle due usuali “tutti i contatti” e “nessun contatto”, anche una terza, ovvero “i miei contatti tranne…” Siamo lieti, allora, di constatare che l’azienda di Zuckerberg dedichi attenzione al fattore inerente la privacy e salutiamo quindi con entusiasmo questo nuovo aggiornamento con il quale potremo personalizzare a nostra scelta chi può o meno controllare il nostro ultimo accesso. Whatsapp non smette di stupirci e le novità che serba per noi non cesseranno sicuramente di arrivare. Sicuri che si rivelerà una innovazione apprezzatissima, speriamo che in seguito ce ne siano di ulteriori e in linea con quanto sta accadendo proprio in questi giorni.

LEGGI ANCHE: WhatsApp a pagamento non è più una bufala: ecco per quali funzioni bisognerà sottoscrivere un abbonamento

Lascia un commento