Italia, più di 110 milioni di dispositivi connessi: cosa è emerso dalla ricerca dell'Osservatorio Accademico

I dati di crescita esponenziale raccolti dall'Osservatorio del Politecnico di Milano mostrano un trend a doppia cifra. L'Italia ha fatto il suo corso e si avvia verso una nuova era della digitalizzazione. A darci un quadro chiaro di ciò che sta accadendo in questo momento, lo è l'Osservatorio IoT della School of Management del Politecnico di Milano. L'istituto ha esaminato i dati raccolti nel 2021 e ha elaborato le informazioni, fornendo l'immagine di un Paese che sta cambiando rapidamente il proprio DNA. Grazie per la pandemia, ma non solo. La pubblica amministrazione è stata coinvolta in un rinnovamento senza precedenti. Sempre più aziende private sono coinvolte economicamente nella trasformazione. La direzione intrapresa ha reso i partner partecipanti sempre più interessati alla gestione da remoto di asset e dispositivi smart. Oltre ad attivare servizi e funzionalità premium.

Come l'Internet delle cose sta registrando un'impennata sbalorditiva nel 2021 ei numeri che compaiono nello studio dell'Osservatorio accademico

Il direttore dell'Osservatorio IoT Giulio Salvadori ci ha raccontato i dettagli dello studio. Sulla base di quanto scoperto finora, ci sono ben 110 milioni di dispositivi connessi a Internet, il che equivale a circa 2 dispositivi a persona. Il fatturato nel 2021 dovrebbe aumentare del 22% rispetto all'anno precedente. Questo spiega il grande interesse degli individui che gli investimenti possano guidare mercati con prospettive interessanti. Pensa ai dispositivi scoperti. In effetti, il rapporto conta 37 milioni di connessioni IoT cellulari, 74 milioni delle quali realizzate da altre tecnologie di comunicazione, alcune delle quali connesse a reti WAN a bassa potenza. Ma se la parte relativa all'azienda è chiara, non è da sottovalutare anche la parte del consumatore. In effetti, il settore privato sta gradualmente aggiornando le apparecchiature. L'arrivo delle smart TV nelle nostre case, infatti, segna il ritmo delle nostre diverse famiglie, trainate in primis dal nuovo terreno digitale. Ma non possiamo fare a meno di considerare l'arrivo di altoparlanti intelligenti con funzionalità hub integrata, oltre a telecamere e luci che si collegano alla rete domotica.

Lascia un commento