WhatsApp a pagamento non è più una bufala: ecco per quali funzioni bisognerà sottoscrivere un abbonamento

Whatsapp è l’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo. Oltre all'elevata qualità del servizio, infatti, uno dei suoi principali punti di forza sta nel fatto di essere completamente gratuita. Tantissime, però, sono state le voci nel tempo che si sono susseguite riguardo un imminente introduzione di un eventuale servizio a pagamento, ma in nessun caso si è mai verificato nulla di simile. Fino ad oggi? Forse, e stando a quanto emerso ultimamente è possibile che grandi cambiamenti stiano per arrivare a riguardo. A quanto pare, infatti, Whatsapp ha intenzione di introdurre un nuovo servizio a pagamento per gli account aziendali. L’applicazione verde più famosa del mondo è, senza alcun dubbio, uno degli strumenti più indispensabili per il funzionamento di un’efficace comunicazione aziendale interna. Tantissime sono le compagnie che, appunto, utilizzano il servizio di messaggistica per connettere i propri dipendenti fra loro e con il settore dirigenziale. Tutto ciò, però, avviene ad oggi tramite le stesse modalità di comunicazione dell’ambito extra-aziendale e Whatsapp ha intelligentemente pensato di fornire un pacchetto dedicato agli account business, con un servizio di qualità maggiore ma che sia, adesso, a pagamento.

Secondo quanto possibile leggere sul portale indipendente WABetaInfo, infatti, WhatsApp starebbe per introdurre un abbonamento, non si sa ancora di che durata e costo, esclusivamente per questi account. Tra i servizi che verrebbero ad essere introdotti ci sarebbe anche la possibilità di collegare una decina di account contemporaneamente, facilitando di molto la vita delle aziende che fanno della comunicazione, interna e non, uno dei loro punti centrali. Detto ciò, è necessario sottolineare che l’introduzione di questa nuova modalità non è ancora stata effettuata e nulla si sa riguardo i tempi della sua eventuale messa in opera.

Se sempre allora, le voci di una Whatsapp a pagamento si sono rivelate false, sembra che adesso ciò stia effettivamente per accadere ma almeno non per i tradizionali fruitori del servizio. Per noi comuni utenti, infatti, tutto rimarrà esattamente come adesso e nessuno di noi dovrà sborsare nulla per usare Whatsapp. In realtà, lo stesso dicasi anche per gli account, anche se aziendali, che non vorranno beneficiare dei privilegi del piano business. Potremo solo sapere nei prossimi mesi quali saranno le decisioni che verranno prese in tal senso e, se il tutto dovesse diventare operativo in tempi brevi, quante e quali aziende sceglieranno il nuovo servizio di Whatsapp per account business. Cambiamenti sostanziali sono alle porte e vedremo chi ne beneficerà maggiormente.

LEGGI ANCHE: Ray-Ban Stories con WhatsApp: tutto quello che c'è da sapere su questa nuova integrazione

Lascia un commento