Spam via SMS sempre più diffuso: i risultati delle ultime ricerche

Conosciuto anche come spam, è l'attività di invio ripetuto di comunicazioni non richieste senza che il destinatario fornisca il proprio indirizzo o accetti di ricevere il messaggio nella propria casella di posta. Lo spam viene solitamente inviato via e-mail, ma soprattutto ultimamente agli spammer piace anche usare messaggi di testo e commenti sui social. Le persone che ricevono spam faranno sempre la domanda: dove ho trovato i miei contatti? In effetti, esistono diversi modi in cui gli spammer possono raccogliere indirizzi e-mail e numeri di telefono. Infatti, spesso si affidano a specifici software illegali in grado di creare contatti di posta elettronica utilizzando nomi e cognomi abbastanza comuni, ma utilizzano anche tecniche di ricognizione online copiando indirizzi e numeri da blog, siti Web e social network. Tuttavia, lo spam è un problema considerevole sia per gli individui che per le aziende. Praticamente tutte le aziende desiderano condurre e-mail marketing e inviare comunicazioni personalizzate ai propri utenti, ma per farlo devono progettare attentamente i propri messaggi per evitare il rischio di finire nelle caselle di spam dei potenziali clienti. Lo spam è un reato? sì. In Italia, le e-mail e i messaggi non richiesti ripetuti a scopo promozionale sono soggetti a sanzioni amministrative e finanziarie. Coloro che si dedicano a questa attività, infatti, rischiano multe fino a 90.000 euro e possono essere condannati da 3 a 6 mesi di reclusione. Oggi, sempre più utenti si lamentano dello spam tramite SMS. Ecco cosa sta succedendo e come risolvere la situazione. Stiamo attraversando uno dei momenti più stressanti quando si tratta di inviare messaggi di spam. I rapporti continuano a emergere da utenti diversi e non importa dove vivono o quale smartphone possiedono. A conferma di tutto, uno studio è stato condotto da RoboKiller, azienda che si occupa di chiamate spam e blocco degli sms. Solo negli Stati Uniti, lo spam è aumentato del 28% da febbraio a marzo di quest'anno. Con 11 miliardi di SMS inviati il ​​mese scorso, i numeri sono sempre più preoccupanti.

Il vero picco, non si vedeva dal 2017. 2022 SMS spam che raggiunge risultati pazzeschi. Secondo TrueCaller, l'utente medio riceve circa 16,9 messaggi di spam al mese. A metà del 2021, le autorità dell'Ofcom del Regno Unito hanno affermato che 45 milioni di persone avevano ricevuto tali messaggi in tre mesi. Conferma che questo è un fenomeno pericoloso a livello globale, non solo negli Stati Uniti. Ma cosa si può fare per risolvere questo problema? Attualmente molto poco. In effetti, fermare lo spam tramite SMS può essere difficile e Verizon ha recentemente delineato i passaggi per gestire lo spam. Tra gli strumenti che possono essere utilizzati c'è il monitoraggio della rete per identificare account insoliti. Ovviamente, per evitare frodi e possibili truffe, è necessario seguire alcuni accorgimenti. Ad esempio, è sempre bene evitare di cliccare su eventuali link o moduli che inseriscano i propri dati personali. Le grandi società o gli enti nazionali in genere richiedono tali informazioni solo di persona o tramite altri mezzi di comunicazione.

LEGGI ANCHE: WhatsApp, ennesima truffa: stavolta sono buoni benzina da 100€. Come difendersi

Lascia un commento