GoPro Bones, la nuova action camera studiata appositamente per i droni: un video spettacolare ne mostra le potenzialità

Pesa solo 54 grammi senza nessun dettaglio superfluo: arrivano le GoPro Bones, perfette per i droni, ma da saldare. La popolarità sempre più decisiva dei droni è iniziata da diversi anni. Chiunque può acquistarne uno e usarlo per scattare dall'alto per acquisire immagini altrimenti difficili da ottenere. Non è l'unico uso per cui sono progettati. Da tempo sono in corso esperimenti sull'utilizzo dei droni per la consegna di cibo, materiali e pacchi. Di un esperimento in Italia abbiamo parlato tempo fa in un altro articolo, riferito all'utilizzo dei droni cargo. La maggior parte dei droni utilizzati per le riprese ha telecamere integrate che non sempre consentono riprese combinate FPV e di alta qualità. FPV sta per First Person View ed è un metodo utilizzato dai piloti di droni professionisti per osservare direttamente il robot. Per raggiungere questo obiettivo, molte persone assemblano i propri droni utilizzando telecamere acquistate separatamente. È in questo contesto che si inserisce il nuovo prodotto di GoPro Research, che riduce al minimo le dimensioni e il peso per essere facilmente sostenuto dal robot in volo.
LEGGI ANCHE: Sta arrivando DJI Mini 3, leggerissimo e super evoluto: tutti i dettagli

Le GoPro Bones sono nuove fotocamere progettate specificamente per la fotografia con i droni

Per raggiungere questo obiettivo, l'azienda ha creato una nuova versione della GoPro 10, che ha eliminato tutto ciò che non è strettamente utile per l'uso con i droni: non ci sono porte, né schermi , nessuna connessione e gli strumenti della fotocamera vengono rimossi. Obiettivi, sensori, processori e un piccolo circuito di controllo: ecco cosa sono le GoPro Bones. Con un peso di 54 grammi, è dotato di stabilità HyperSmooth e molte prese d'aria. Senza batterie, per l'alimentazione, è possibile saldare cavi con tensioni comprese tra 5V e 27V. Betaflight è un firmware open source per i controllori di volo che si basano sul processore STM32F4, aiutando a mappare le funzionalità sul telecomando utilizzato. In questo modo è possibile avviare o interrompere la registrazione direttamente dal telecomando. Attualmente, il prodotto è disponibile solo negli Stati Uniti con un abbonamento GoPro al prezzo di 399 euro.

LEGGI ANCHE: DJI Mini 3, arriva finalmente il drone “per tutti": ecco quando e come sarà

Lascia un commento