Da Genova partirà il cavo sottomarino più lungo del mondo: tutti i dettagli

In un mondo sempre più interdipendente i canali di comunicazione, siano essi di risorse, dati o infrastrutturali, sono il settore trainante di ogni attività commerciale e non solo. Se tristemente noti sono i risvolti bellici che derivano dal controllo dei gasdotti, non sempre negative sono le notizie che arrivano riguardo l’ interconnessione di popoli e paesi. Una davvero buona, infatti, arriva da Genova e comporterà grandissimi vantaggi per un numero spropositato di persone. Quello che sta per accadere, infatti, coinvolge tantissime compagnie e a beneficiarne, oltre a queste, sarà addirittura quasi metà della popolazione mondiale. Andiamo a vedere nello specifico cosa stia accadendo in questi giorni e per quale motivo una delle nostre più belle città stia per essere coinvolta in un’operazione che potrà definirsi, senza timore di smentita, di proporzioni epocali. China Mobile International, 2Africa, Equinix, Facebook, GN1, MTN GlobalConnect, Orange, Stc, Telecom Egypt, Vodafone and WIOCC, ed altri sono le compagnie coinvolte nel progetto che vedrà partire da Genova la posa del cavo sottomarino più lungo di sempre.

Sturla, in provincia del capoluogo Ligure, infatti è uno dei luoghi migliori al mondo per l’attuazione di questa titanica operazione grazie ad un suo corso d’acqua che si estende in una vallata sottomarina particolamente idonea al complesso processo di posa. I lavori, affidati all’azienda leader nel settore Alcatel Submarine Networks, dalle coste della Liguria si prolungheranno verso l’Africa circumnavigandola e giungendo fino in medio oriente. Da qui si estenderà ulteriormente fino in India raggiungendo una lunghezza complessiva di 38000 km. Grazie quindi alla sua lunghezza spropositata e alla tattica collocazione di 21 snodi, raggiungerà 16 nazioni riuscendo a fornire un servizio a circa 3,2 miliardi di persone. Così, infatti, il sindaco di Genova Marco Bonucci commenta la vicenda: “Siamo molto orgogliosi di essere la città che ospita il nuovo hub di attracco per cavi sottomarini GN1. Da sempre Genova è nota per il suo ruolo centrale nel commercio marittimo.. Ora, grazie a GN1, saremo uno dei principali porti digitali d’Europa, con un ruolo chiave nel trasferimento dei dati a livello globale. In un futuro, neanche troppo remoto, merci, persone e cultura viaggeranno insieme alla digitalizzazione. Grazie a chi ha reso possibile tutto questo”. Genova caput mundi, verrebbe da dire, o almeno di metà di esso, ascoltando le parole del suo sindaco. Ciò che è fuor di dubbio però, è che grazie ai lavori che stanno per essere realizzati a breve, gran parte del mondo inizierà a dipendere da un servizio che parte proprio da lì e l'importanza che sta per acquisire quella meravigliosa città starà di sicuro per aumentare ulteriormente.

LEGGI ANCHE: Internet Mobile sempre meglio nelle città italiane: la classifica di quelle più 'veloci'

Lascia un commento