Meta continua a puntare sulla finanza digitale: come funzionano i Zuck bucks

Il modello delle valute on line con il quale operare transazioni all’interno di un determinato ambiente virtuale è di sicuro uno dei trend più in voga del momento. Il mondo del gaming in particolare, ma non solo, ha ampliato vertiginosamente i propri introiti proprio grazie alle cosiddette “monete di gioco”. Se si vuole, infatti, acquistare una pacchetto di carte su Heartstone o una nuova skin per i nostri campioni su League of Legends, moltissimi sono gli utenti che già sanno quanto sia necessario “tramutare” i propri soldi reali in “dobloni d’oro” o “riot points” per effettuare acquisti in game. Se questa tendenza si è rivelata molto remunerativa per il settore dei videogiochi, altrettanto dicasi anche per tutto quel retroterra di applicazioni e piattaforme on-line che da quel mondo ha preso chiaramente ispirazione.

Poteva allora farsi scappare questo nuovo ambito di investimenti il multimiliardario americano Mark Zuckerberg? Certamente no e sappiamo che un ultimo progetto finanziario è in cantiere negli uffici di Meta, la società che controlla Facebook, proprio mirato alla creazione di una nuova moneta on-line con la quale operare transazioni nel Metaverso che sta per essere rilasciato nei prossimi tempi. Meta ha infatti deciso di continuare senza sosta i lavori inerenti lo sviluppo del suo Metaverso e non avrebbe potuto crearne uno davvero funzionale senza l’introduzione di una valuta dedicata. Ricordiamo, però, che Zuckerberg non è nuovo a questo genere di progetti finanziari e non tutti sono andati a buon fine. Impossibile da dimenticare, infatti, il progetto denominato Diem con costi che toccavano i 200 milioni di dollari e risoltosi in un nulla di fatto.

Quello che però ci attende adesso è la creazione dei “Zuck Bucks”, gettoni virtuali acquistabili con valuta reale e spendibili per i vari servizi resi disponibili da Meta. Il reparto dedicato al settore finanziario, il Meta Financial Technologies, è appunto da tempo impegnato nella creazione di una moneta virtuale da introdurre nei servizi delle piattaforme controllate dalla società e sembra che finalmente il progetto più promettente sia stato definitivamente varato, ma non ci è dato sapere in che tempi vedrà la luce questa nuova moneta virtuale. Il Metaverso di Meta, sappiamo, è ormai alle porte e grandi fette di mercato on-line potranno orientarsi in direzione di questo nuovo progetto. Sperando che il tutto possa verificarsi in maniera conveniente sia per noi utenti che per i gestori del servizio, aspettiamo i prossimi sviluppi della vicenda che non mancheranno di sicuro nei prossimi giorni.

LEGGI ANCHE: Facebook, dopo il fallimento di Libra e Diem si cambia: arrivano i "gettoni di reputazione", come funzioneranno

Lascia un commento