Diablo IV, in attesa del lancio vengono fuori anticipazioni molto interessanti: cosa dovremo aspettarci

Ci sono molti aggiornamenti sullo stato di avanzamento dei lavori di Diablo IV, l’ attesissimo quarto capitolo della celeberrima saga targata Blizzard che promette di stupirci ancora una volta. In un video di 8 minuti rilasciato di recente dalla nota casa di videogames, è possibile apprezzare un ambiente di gioco dettagliatissimo che mostra una grande attenzione per il comparto grafico e di design. Il team di sviluppatori dell'ultima fatica della compagnia californiana ci fa sapere, infatti, che particolare è stata la cura con cui ci si è approcciati alla creazione del comparto ambientale. Oltre 150 dungeon, 5 macroregioni con corrispettivi biomi e una cura per i dettagli maniacale, sono pronti a fare di Diablo IV il prossimo prodotto di punta di Blizzard con il quale riscattarsi dal precedente capitolo che non ha riscontrato il successo sperato.

E’ proprio un certo distacco da Diablo 3 che sembra caratterizzare questo quarto episodio. Se ambienti e luci dell’ultimo lavoro, infatti, sembravano tracciare una certa distanza dalla cupezza che caratterizzò i primi due capitoli della saga, adesso è possibile apprezzare un ritorno al design dark che contribuì a fare del ciclo di Diablo uno dei più giocati di sempre.  Il direttore artistico Chris Ryder è infatti pronto a giurare che  il livello del dettaglio e dell’intervallo di toni è ispirato alle sensazioni che volevano restituire i game designer di Diablo 1 e 2. Cruciali, a quanto pare, saranno anche le condizioni meteorologiche che, insieme ad un  un elevato numero di oggetti dinamici con cui interagire ed un comparto audio che pare altrettanto ben costruito, si mostreranno al centro di un’ immersiva esperienza di gioco ancora più coinvolgente.

Sembra allora che questo ultimo capitolo riesca a raccogliere in sé gli aspetti positivi di quelli precedenti fornendo un’ esperienza di gioco anche quantitativamente superiore a quella a cui siamo stati abituati. Diablo 3, infatti, nonostante una certa rigiocabilità, consisteva in davvero poche ore di gioco e la sua modalità on-line non è stata molto apprezzata dai suoi utenti.  Stando a quanto sostiene  Brain Fletcher, in questo nuovo episodio saranno ben 150 i dungeon disponibili e risulteranno sensibilmente diversi l’uno dall’altro grazie agli elementi interattivi che, nonostante siano “fatti a mano”, verranno distribuiti proceduralmente in modo da comporre sempre nuove ambientazioni. Tante ore di gioco, ambienti sempre nuovi e un ritorno al design dark, queste le ultime notizie provenienti dal primo aggiornamento del 2022 allora. Attendendo il prossimo che avverrà fra circa 2 mesi e mezzo speriamo di conoscere al più presto possibile la data di pubblicazione.

LEGGI ANCHE:PlayStation Studios, Jim Ryan si lascia scappare qualche anticipazione sui nuovi arrivi: tutti i dettagli

Lascia un commento