Vodafone 5G è presente in 60 città italiane: l'elenco completo

La rete 5G è ormai realtà e le innovazioni che comporterà, come le tecnologie IOT, sono dietro l’angolo. Ma come e dove si sviluppa la rete 5G nostrana? Scopriamolo analizzando quanto fatto fino ad ora da Vodafone per coprire le aree di maggiore interesse. L’azienda, infatti, è da tempo coinvolta nella realizzazione del progetto relativo alla copertura di linea superveloce in Italia e le province interessate sono diverse. 60, con precisione, i capoluoghi che beneficeranno della copertura e molti saranno i vantaggi a cui andranno in contro i loro abitanti.  La quinta generazione di telefonia mobile, sfruttando le sottoreti virtuali indipendenti per ogni tipologia di servizio, riesce a migliorare la qualità del segnale internet in maniera esponenziale.  Gestendo grosso modo 1 000 000 di dispositivi per km² (rispetto ai massimo 100 000 per km² coperti dalla vecchia 4G) è capace infatti di prestazioni fino ad oggi completamente insperate.

Berkshire, il gestore di Vodafone, è stato il primo in Italia a dedicarsi all’accensione di antenne 5G e abbiamo tutte le ragioni di supporre che l’azienda, ad oggi, sia quella più all’avanguardia in questo campo sul territorio nostrano. E’, infatti, dal 16 giugno 2019 che i lavori per la creazione di apparecchiature dedicate a questa nuova tecnologia vengono installate sul territorio nazionale.  Le province che ad oggi sono interessate sono, in ordine alfabetico: Alessandria ,Ancona, Arezzo, Bari, Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Brindisi, Cagliari, Catania, Catanzaro, Como, Ferrara,     Firenze, Foggia, Forlì, Genova, Giugliano in Campania, Grosseto, La Spezia, Latina, Lecce, Livorno, L’Aquila, Messina, Milano, Modena, Monza, Napoli, Novara, Padova, Palermo ,Parma, Perugia, Pescara, Pisa, Pistoia, Pozzuoli, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Salerno, Sassari, Siracusa, Taranto, Terni, Torino, Torre del Greco, Trento ,Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verona e Vicenza. Teniamo a specificare che il servizio non è attualmente disponibile al 100% in tutte le località.

Nel tempo si è passati dal coprire solo 5 grandi centri, passando per 35 cittadine di grossa dimensione, fino ad arrivare alle odierne 60 in tempi abbastanza sorprendenti. Ovviamente la copertura maggiore è tuttora riscontrabile esclusivamente nei maggiori centri cittadini come Napoli, Milano, Bari, Torino, Bologna, Genova, Roma,  Verona, Firenze e Palermo. Nelle restanti località, però,  non si dovrà aspettare ancora a lungo e la copertura totale sta per arrivare.  Se al momento, infatti,  è apprezzabile lo sforzo di coprire tante cittadine con un servizio parziale, speriamo che i lavori conclusivi possano arrivare quanto più presto possibile per tutti.

LEGGI ANCHE:Vodafone aumenta il prezzo per diversi clienti con la rete fissa: tutti i dettagli

Lascia un commento