Google Nest Wi-Fi, il nuovo modello avrà un nome in codice molto particolare: cosa dicono i rumours

Invece di interromperne la progettazione, Google ha continuato a considerare di offrire al mercato prodotti specifici, in particolare prodotti riservati ai modem. Il suo obiettivo è chiaro come segue: scalare in ogni campo cercando di trovare soluzioni convenienti ma dimostrabili efficaci da ogni angolazione. Quanto possono essere cattivi in ​​questa situazione? Mountain View sta continuando la sua progettazione, infatti sembra funzionare su un nuovo router wireless davvero buono. In effetti, una ricerca online per controllare l'ultima app del colosso ha rivelato il nome in codice "Sirocco" e dato che Google sceglie sempre nomi specifici per i suoi prodotti, non è sicuramente un caso. A questo proposito, molto probabilmente si riferiscono al Google Nest Wi-Fi di seconda generazione. Detto questo, dovremo prepararci per un incredibile lancio di un nuovo prodotto, ed è probabile che sia fondamentale per coloro che cercano un dispositivo come questo da molto tempo. Ma quali caratteristiche dovrebbe avere? Capiamo meglio la situazione.
Leggi anche: Google Lens è in fase di beta test: sarà una nuova funzionalità

Google Nest Wi-Fi, dettagli sul Device

Devi sapere che Scirocco è il nome inglese di Scirocco, che è il vento caldo del deserto del Sahara. Questa potrebbe essere la nomenclatura che l'azienda ha deciso di adottare per il nuovo dispositivo, poiché l'attuale nome in codice Nest Wi-Fi è anche "Mistral" o "mistral", lanciato tre anni fa. Il satellite mesh secondario invece si chiama semplicemente “Vento"; insomma, tutto è tornato alla perfezione. Al momento non ci sono altre informazioni nel codice dell'applicazione, ma è chiaro che "Sirocco" è considerato un dispositivo almeno relativo alla rete wireless locale, ed è essenzialmente esattamente lo stesso di un router. Tuttavia, non siamo sicuri che fornirà un'esperienza migliore rispetto al modem medio che conosciamo, ma le specifiche di rete potrebbero essere migliorate. Ad esempio, puoi scegliere come target Wi-Fi 6E, che in realtà aggiunge un paio di porte cablate. Inoltre, sarà interessante se Google sceglierà di apportare miglioramenti anche alla parte anteriore dell'altoparlante, che fornirà un servizio più preciso tramite Google Assistant. Vedremo dopo, per ora aspettiamo.

Leggi anche: Google Meet, l'aggiornamento che attendevano tutti: succederà a fine riunione

 

Lascia un commento