Ennesima truffa con WhatsApp, questa volta con la cioccolata Milka: come funziona

Purtroppo anche oggi dobbiamo segnalare nuove truffe online, che sono proprio i nuovi tentativi di truffa via WhatsApp. Come tutti sappiamo, l'app di messaggistica più usata al mondo di proprietà di Mark Zuckerberg, se da un lato è un ottimo mezzo per comunicare, dall'altro si tratta spesso di truffe e raggiri per via della sua massiccia diffusione. L'ultima cronologia sfrutta la dolcezza del periodo, le deliziose uova di cioccolato in vendita in questi giorni per le vacanze di Pasqua 2022. Secondo Hdblog.it, è la classica catena di Sant'Antonio che promette di ottenere un cesto pasquale con uova e coniglietti di cioccolato, firmato dalla famosa azienda dolciaria Milka, famosa per le sue mucche viola.
Leggi anche: Hai ricevuto un messaggio Whatsapp riguardante un "buono omaggio" dalla Esselunga? Attenzione alla truffa

Truffa WhatsApp e Milka Chocolate: come funziona

Istruzioni dettagliate, fino a 5.000 fortunati verranno estratti a caso e riceveranno un cesto stravagante con tante leccornie al cioccolato, ma in realtà si tratta di una classica truffa, o meglio, è una notizia falsa solo per eseguire il testo e rubare informazioni personali. Nel messaggio, infatti, viene inserito un link, sul quale occorre cliccare per poter riscattare il premio, che punta al dominio russo. Una volta aperta una pagina infetta, puoi essere inondato da vari malware e, soprattutto, attivare automaticamente vari abbonamenti ai servizi online se fai clic su un link sul tuo smartphone, che si svuota in breve tempo Il tuo account. Cosa dovresti fare se ricevi questo messaggio sul tuo telefono? La prima cosa è non ritwittare e la seconda è segnalare, per farlo basta tenerlo premuto e cliccare su "Segnala" e WhatsApp ne sarà a conoscenza. Infine, è una buona notizia avvisare i propri contatti delle truffe che circolano sull'app. Chiaramente, Milka non ha assolutamente nulla a che fare con questa truffa, poiché il marchio viene abusato dai criminali informatici per renderlo più credibile. Inoltre, non è un virus che si sta diffondendo, è solo un messaggio progettato per diffondersi sempre di più e catturare in modo massiccio almeno alcuni dei "pesci" che si mordono all'amo e si fa clic su un collegamento. Questa ovviamente non è la prima volta che accade qualcosa del genere, poiché messaggi simili si sono diffusi in passato in occasioni come Capodanno e altre festività per diffondere malware, spyware e le suddette sottoscrizioni indesiderate.

Leggi anche: WhatsApp, Telegram e Messenger, cambiano molte funzioni: cosa faranno per adattarsi alle stringenti regole europee

Lascia un commento