Google Lens è in fase di beta test: sarà una nuova funzionalità

Passo dopo passo, sempre all'insegna della crescita. Questo è stato il caso dall'inizio dell'app di riconoscimento delle immagini mobile sviluppata da Google. Il gigante di Mountain View ha introdotto in Google Lens, una nuova funzionalità progettata per portare informazioni rilevanti utilizzando l'analisi visiva. Ci sono molti modi ora. Uno degli annunci più interessanti al keynote di Google incentrato sulla ricerca lo scorso settembre è stato un importante aggiornamento di Lens che consente agli utenti di porre domande mentre scattano foto. Così è nato "Multisearch" in Google Lens, attualmente in versione beta e disponibile in versione beta per Android e iOS. Il gigante californiano vede Multisearch come un “modo completamente nuovo di ricerca”, in risposta al “hai tutte le parole per descrivere ciò che stavi cercando”.

Google Lens, un nuovo modo per perfezionare la tua ricerca

Per prima cosa scatti una foto con Google Lens (o importi una foto esistente, lo stesso), quindi scorri verso l'alto sul pannello dei risultati e tocca il nuovo pulsante "Aggiungi alla tua ricerca" in alto. Ciò consentirebbe all'utente di postare una "domanda sull'oggetto di fronte a lui o di perfezionare la ricerca per colore, marca o attributi visivi". Esempi includono:  “Cattura un elegante vestito arancione e aggiungi la query verde per trovarlo in un altro colore” - oppure - “Scatta una foto del tuo set da pranzo e aggiungi la query tavolino da caffè per trovare un tavolo corrispondente”. Oppure ancora: “Scatta una foto della tua pianta di rosmarino e aggiungi la query istruzioni per la cura“.

I casi d'uso per la moda e gli articoli per la casa sono evidenziati nella versione beta e Google osserva che attualmente "il miglior risultato è una ricerca di acquisto". Tutto questo tutto significa che non devi prima utilizzare Lens per identificare le piante, quindi eseguire una ricerca di testo separata per "istruzioni per la cura" dopo l'identificazione. Ora puoi utilizzare Multisearch per fare entrambe le cose contemporaneamente. Google accredita a Lens gli “ultimi progressi nell’intelligenza artificiale”. Tuttavia, non utilizza un modello multitasking unificato e non può gestire query complesse. Ad esempio, MUM fa una demo in cui puoi fotografare ingranaggi di biciclette rotti e ottenere suggerimenti su come risolverli Spiegazione Tuttavia, dato lo stato di ricerca multipla di Google Lens, la versione beta in lingua inglese è ora ufficialmente disponibile negli Stati Uniti e lo sviluppo è a buon punto.

Leggi anche: Google, bannate molte applicazioni infettate da un malware: tutti i dettagli

Lascia un commento