Netflix, una nuova sezione dedicata a chi ha poco tempo: ora ci sono anche i film brevi

Netflix è una società americana operante nella distribuzione web di film, serie televisive e altri contenuti d'intrattenimento a pagamento. Creata da Reed Hastings e Marc Randolph il 29 agosto del 1997 in California, è solo dal 2013, che l'azienda si è ampliata. E così dalla sua sede centrale situata a Los Gatos, in seguito ne sono nate altre nei Paesi Bassi, Brasile, India, Giappone, Corea del Sud, Spagna, Francia, Regno Unito, Germania e in Italia. È tra le più importanti aziende operanti nello streaming di film e serie tv, insieme a Prime Video, Disney+, Crunchyroll, HBO Max, Hulu, Paramount+ e Peacock. Interessante notare come Netflix sia nata in qualità di attività di noleggio DVD - nonostante Hastings abbia lasciato da parte le vendite solo un anno dopo - e videogiochi. Coloro che usufruivano del servizio potevano prenotare i dischi tramite Internet, ricevendoli poi nelle loro case attraverso la posta.

Poi, dal 2008 l'azienda ha iniziato ad offrire un servizio di streaming online on demand, al quale si poteva accedere mediante un apposito abbonamento. Ben presto è diventato questo il suo campo d'attività principale, infatti dal 2011 il servizio di noleggio di dischi è stato lasciato alla sussidiaria Qwikster. In tutto questo tempo, il gigante dello streaming video (che di recente ha esplorato altre aree di attività) non è mai stato incapace di inventare nuovi contenuti, investendo molti zeri per assicurarsi i diritti di quei prodotti audiovisivi tanto amati o per creare proprie opere originali, molte delle quali sono divenute rapidamente veri e propri colossal. Tra le molteplici novità di Netflix, alcune già implementate e altre in lavorazione, spicca una nuova sezione, recentemente aggiunta alla celebre applicazione di streaming video, ora disponibile su tutte le categorie di dispositivi, dagli smartphone alle TV, dai tablet ai PC.

Come dicevamo, tutta questa sezione è dedicata a chi non vuole rinunciare a guardare un bel film anche se non ha tempo. Magari 3 ore, a volte, possono essere un po' troppe. Ma cosa significa esattamente "breve"? Detta la cosa in questo modo, se chiedi a un fan di Tolkien che è abituato a una trilogia completa di 10 ore e che quindi apprezza film anche di due ore o più, è evidente che il parametro in questione è molto soggettivo. In pratica, il gigante dello streaming, nella sezione cortometraggi ospiterà tutti i film lunghi fino a un massimo di un'ora e quaranta minuti. Tuttavia se questa è l'unica caratteristica per far parte della categoria in questione, va anche detto che quasi tutte le pellicole al suo interno saranno anche più brevi dei canonici 100 minuti. In definitiva, una novità certamente non rivoluzionaria che però aiuta a scegliere in base al tempo a disposizione il prodotto di cui fruire.

LEGGI ANCHE: Netflix, sempre più utenti condividono il proprio account: cosa è emerso dal sondaggio

 

Lascia un commento