WhatsApp, occhio alla nuova truffa: il falso player audio che svuota il conto in banca

Ogni giorno di più WhatsApp è oggetto di interesse per gli hacker, che usano la notorietà dell’app di messaggistica istantanea per entrare negli smartphone degli sfortunati utenti e rubare i loro dati sensibili. Non erano sufficienti le campagne phishing che quasi ogni settimana corrono su WhatsApp: l’ultimo pericolo imminente che tocca soprattutto gli utilizzatori dell’app verde di Meta risulta essere un player audio farlocco che, quando viene cliccato dall’utente, porta a un sito web esterno contenente un virus. E quel che ne deriva non è affatto piacevole. Un automatismo ingegnoso e realmente molto pericoloso, come sembra dalla spiegazione degli sviluppatori di Armorblox, che sono stati i primi a rendersi conto della milionesima truffa su WhatsApp.

Stavolta non parliamo di link ben visibili o finti buoni regalo, ma di una semplice foto condivisa tramite email che ha le stesse sembianze del classico player che si pigia per sentire i messaggi vocali. C'è persino il bottone “Play”. Sicuramente si tratta di un bel "miglioramento" fatto dai cybercriminali, data anche la continua campagna di sensibilizzazione iniziata da siti e società istituzionali in merito al corretto atteggiamento da tenere online per conservare intatti i propri dati e non rischiare di subirne il furto. Ma, di preciso, come funziona questa nuova truffa sul social di messaggistica istantanea? Ebbene... Invece di far partire l’audio del messaggio, il pulsante porta a un determinato sito web che richiede all’utente il consenso per ascoltare l’audio sul proprio device. Una volta premuto sul fatidico “Sì”, si carica da remoto un malware e quest'ultimo viene installato sul cellulare dell'inconsapevole vittima.

Il virus in questione permetterà a colui che l'ha generato di poter gestire tutto ciò che chi usa quello smartphone effettua con esso e quindi di vedere tranquillamente i dati di accesso ad account social, mail, siti web vari e, cosa più grave, di scoprire le password per accedere ai servizi di poste o banche varie. Fate quindi molta attenzione a tutte le immagini circolate su WhatsApp che ricreano il classico player di riproduzione audio dell’applicazione. Se la foto rimanda a un sito esterno, è fondamentale chiudere immediatamente il tutto ed eliminare il messaggio. I ricercatori i di Armorblox sono riusciti a beccare questo stratagemma attraverso la mail: l’utente riceve una comunicazione con all’interno il solito player dell'app di messaggistica istantanea e, come sopra scritto, l'eventuale pigiare sul tasto Play conduce su un sito web malevolo che fa scaricare in maniera assolutamente inconsapevole il virus. Anche stavolta il nostro consiglio è quello di stare molto attenti!

LEGGI ANCHE: Hai un gruppo WhatsApp di cui sei l'unico membro? Può essere molto utile: ecco il perché

Lascia un commento