I social rendono le persone insoddisfatte: lo dice la scienza, ecco perché

Secondo un recente sondaggio condotto dall'Oxford Internet Institute, più tempo trascorri sui social network, meno sei soddisfatto della tua vita. I social network sono ormai parte integrante della nostra vita. Chiunque li usi, sia che pubblichi i propri contenuti o semplicemente veda ciò che gli altri hanno da dire. Tra Instagram, Facebook, TikTok, Twitter e altro, la quantità di tempo che le persone trascorrono davanti ai propri smartphone aumenta di anno in anno. Un sondaggio condotto dall'Oxford Internet Institute mirava a concentrarsi sull'impatto di queste piattaforme sulla vita delle persone. Sono stati campionati circa 80.000 volontari, di età compresa tra i 10 e gli 80 anni, con risultati piuttosto inquietanti.
Leggi anche: TikTok, arrivano le GIF: come funziona la nuova Libreria

Ricerca sociale dell'Oxford Internet Institute: tutti i risultati

La ricerca è durata per ben 12 mesi, lo studio ha coinvolto volontari che preparavano regolarmente questionari. Un'autovalutazione in cui si inseriscono le ore trascorse sui social e la soddisfazione di vita. Secondo l'Oxford Internet Institute, maggiore è l'uso delle varie piattaforme, maggiore è l'insoddisfazione personale. Ci sono rischi abbastanza ovvi che possono portare alla depressione. Il legame tra le due parti inizia in tenera età, soprattutto tra gli 11 e i 13 anni. Per i sintomi di una malattia medica, andiamo fino alla prima adolescenza (dai 14 ai 15 anni). Questo principalmente perché lo sviluppo e la pubertà portano a una maggiore consapevolezza di sé, unita all'emergere di vari pensieri e problemi.

Un altro fatto su cui i ricercatori si sono concentrati ha a che fare con ciò che motiva le persone a trascorrere molto tempo sui social network. Spesso, il disagio psicologico è il risultato di trascorrere molto tempo online, non la causa stessa. Questo fenomeno è chiamato coping mechanism ed è un circolo vizioso che porta a un deterioramento generale della salute mentale di una persona.
Leggi anche: Sai che le dating app non servono solo per gli incontri? Ecco quello che c'è da sapere

Lascia un commento