Un Malware che si intrufola nel microfono degli Smartphone: nuova minaccia informatica dalla Russia, come proteggersi

Secondo quanto emerso nella giornata del 4 Aprile, c'è un nuovo malware russo in grado di spiare gli utenti attraverso il microfono di uno smartphone.
Leggi anche: Migliaia di persone colpite da un malware mascherato da wallet per Crypto: ecco cos'è successo

Stiamo attraversando uno dei momenti più delicati della storia, che coinvolge la cybersecurity e tutte le sue vulnerabilità. Tra tentativi di phishing e attacchi di malware, devi stare sempre più attento a ciò su cui fai clic e a ciò che scarichi online. Disponibile per desktop e dispositivi mobili. Nelle ultime ore, i ricercatori di cybersecurity di Lab52 hanno rivelato l'esistenza di un nuovissimo malware proveniente dalla Russia. Progettato principalmente per attaccare il sistema operativo Android tramite file APK, consentirà ad attori malintenzionati di spiare le vittime direttamente dal microfono dello smartphone.
Leggi anche: WhatsApp, Telegram e Messenger, cambiano molte funzioni: cosa faranno per adattarsi alle stringenti regole europee

Il malware controlla i microfoni, ecco cosa devi sapere

Per velocizzare l'esecuzione del malware, alcuni hacker russi hanno creato un'applicazione chiamata Process Manager. Quest'ultimo in realtà contiene nel suo codice interno un software pericoloso che, una volta installato, è in grado di raccogliere dati dagli smartphone interessati. Questo perché sono necessarie varie autorizzazioni, come posizione del telefono, dati GPS, rete, informazioni Wi-Fi, telefonate, impostazioni audio ed elenchi di contatti. Oltre a poter attivare il microfono e la fotocamera. Il problema è che tutto questo volume di informazioni viene inviato direttamente a un server remoto in Russia, dove gli hacker possono entrare in possesso di tutti i dati contenuti nello smartphone. E con l'accesso ai microfoni, lo spionaggio è più potente e non è mai stato così efficace. Cosa si deve fare per proteggermi? In questi casi, come sempre, il consiglio principale è di diffidare dei file APK non autenticati e di scaricare app esclusivamente dal Google Play Store. E installa anche un software antivirus sicuro, che esegue la scansione del software e del relativo codice che potrebbe contenere malware pericoloso (come nel caso dei gestori di processo).
Leggi anche: Google Workspace, come cambieranno le App di punta Meet, Chatt e Voice

Lascia un commento