Il primo Android con porta Lighting è realtà: non se lo aspettava nessuno

Un esperto nel campo della tecnologia vuole replicare il comportamento del ragazzo modificando lo smartphone in modo diverso da come ci aspettavamo, infatti sembra che abbia aggiunto una novità molto particolare, e che non si vede tutti i giorni. Cosa sarà mai? Andiamo a scoprirlo.
Leggi anche: Google contro Microsoft: tutto quello che c'è da sapere

Chi ha una cattiva memoria dovrebbe sapere quanto tempo fa lo studente di ingegneria Ken Pillonel ha modificato con successo un iPhone con una porta USB-C integrata. Questa volta, qualcun altro ha avuto un'idea brillante e l'ha provata su un telefono Android per vedere se si poteva fare in questo caso. Quella che ha aggiunto non è sicuramente una piccola introduzione, perché non si vede tutti i giorni, motivo per cui la porta Lightning nei dispositivi con Google OS è speciale. Ma quali vantaggi porta con successo questa introduzione e quanto sono convenienti? Scopriamolo ora.
Leggi anche: Meta vuole diffamare TikTok: cosa ha intenzione di fare

Modifiche ai dispositivi Android che utilizzano la porta Lightning

Kenny Pi, o Exploring the Simulation, è la prova dell'ingegnere che un tale risultato può essere raggiunto. Lo stesso giorno ha pubblicato un video che mostra il processo di modifica per il Samsung Galaxy A51, facendocelo sapere sostituendo la porta USB-C che di solito è la controparte di Apple, la porta Lightning. Ovviamente il risultato dell'esperimento è ottimo perché funziona: collegando il caricatore o il cavo dati al PC, lo smartphone può essere rilevato anche dalla funzione aggiunta. Inoltre, nella clip di 47 secondi, sottolinea che è più facile installare una porta Lightning su un telefono Android rispetto al suo progetto USB-C per iPhone, per due motivi, che ha deciso di rivelare solo quando verrà rilasciato il video completo. Un'occasione per spiegare come ha fatto.

Tuttavia, è chiaro che si tratta di una modifica per uno scopo specifico, in questo caso si tratta di testare la funzionalità di un dispositivo Android per vedere se lo fa effettivamente o meno. Certo che l'ha fatto, altrimenti il ​​progetto non sarebbe diventato virale. E visto che non è il suo primo successo, ovviamente non possiamo che fidarci di lui ad occhi chiusi.
Leggi anche: Smartphone Android, c'è una funzione che viene esaltata da Google: ecco quale

androidhd-il-primo-android-con-porta-lighting-e-realta-non-se-lo-aspettava-nessuno-01

Lascia un commento