Una Class Action da 5 miliardi di euro contro Apple: come unirsi

Una fondazione olandese si sta preparando a portare Apple in tribunale per le pratiche monopolistiche di "Apple" che hanno portato a prezzi esorbitanti per le app sull'App Store. Tutti i cittadini europei possono partecipare alle azioni collettive. L'App Store di Apple è di nuovo sotto i riflettori, ma questa volta non per il problema del sideloading (anche se lo menzionano implicitamente). Secondo Bloomberg, la fondazione olandese "Consumer Competition Claims" ha infatti preso di mira i negozi dove è possibile scaricare app per iPhone o iPad, annunciando una battaglia legale per difendere lo status dei consumatori.

L'oggetto della polemica è solo una parte delle argomentazioni che abbiamo visto sul sideloading, ovvero la posizione di controllo assoluto di Apple e le conseguenti restrizioni alla libertà di scelta dell'utente, dovute ai prezzi esorbitanti e monopolistici associati alle app ospitate sullo stesso App Store. Sulla base di queste premesse, la Consumer Competitive Claims Foundation ha quindi annunciato l'intenzione di avviare un'azione legale collettiva contro Apple a tutela dei consumatori. Un messaggio completa un'altra storia, non riuscendo a far sorridere il colosso 'Apple' guidato da Tim Cook, multato di 5 milioni di euro nei Paesi Bassi a causa delle commissioni dell'App Store.

Quindi l'imminente class action è solo una logica conseguenza della riscossione di multe da parte di Apple. L'agenzia antitrust olandese - ACM - ha di fatto sanzionato il colosso di Cupertino per non aver rispettato le regole per gli sviluppatori di app di incontri. L'obiettivo della class action è quello di raccogliere 5 miliardi di euro di danni, un tetto non solo a beneficio dei consumatori olandesi, ma anche per tutti coloro - cittadini europei - che sono costretti a confrontarsi con l'atteggiamento monopolistico di Apple. Una catena determinata da una serie di fattori, poiché le app sono troppo care a causa della commissione addebitata dalle società statunitensi (di solito il 30%), che di fatto costringe gli sviluppatori ad adeguarsi al rialzo e ad acquistare app disponibili sull'"app store". Numeri rilevanti. E , come al solito, paga l'utente finale.

Come partecipare a un'azione legale collettiva contro Apple

La fondazione ha spiegato che stava contattando Apple per cercare compromessi al di fuori del tribunale, ma tali intenzioni non sono state dimostrate. Chiunque può partecipare a un'azione collettiva. Basta andare su questa pagina e seguire la procedura purché si soddisfino i seguenti requisiti:

  • Possesso di iPhone o iPad
  • Acquisto di app o acquisto in-app effettuato a partire dal primo settembre 2009
  • Avere la residenza in uno Stato UE

Avere un utente Non ci sono commissioni per le azioni di supporto in quanto sono pagate per intero da Hereford Litigation Finance 4 Limited. In caso di vincita, verrà detratto fino al 24% dal totale.
Leggi anche: Netflix, sempre più utenti condividono il proprio account: cosa è emerso dal sondaggio

Lascia un commento