Apple Watch, attenzione agli usi anomali: un uomo è finito in carcere "per colpa" del device Apple

Mille modi di utilizzare l'Apple Watch, una nuova generazione di orologi su cui il colosso di Cupertino ha deciso di investire (e con ottimi risultati) da un keynote al Flint Center di San Francisco nel 2014, e gli iPhone 6 e iPhone 6 Plus. Siamo arrivati ​​alla settima generazione di Smartwatch che possono essere utilizzati per quasi tutto, persino finire dietro le sbarre. Negli Stati Uniti, un incidente che ha coinvolto un uomo di Nashville, nel Tennessee, è stato arrestato per aver rintracciato la posizione della sua ragazza collegando un Apple Watch a un veicolo su ruote e utilizzando un'app per la localizzazione. Lawrence Welch, 29 anni, è stato arrestato venerdì con l'accusa di aver collegato un dispositivo di localizzazione elettronico a un veicolo. I gallesi scelgono di utilizzare Apple Watch per il monitoraggio invece di AirTag. Gli arresti sono stati effettuati in modo incredibile.
Leggi anche: Honor 50, il prezzo continua a scendere: perché è il caso di approfittarne

Apple Watch utilizzato in "mal modo" come un AirTag

Ora le ex coppie vanno separatamente al Family Safety Center. Anche il ragazzo si è recato in centro, ma invece di entrare subito nell'edificio, si è fermato davanti a un'auto parcheggiata in strada, all'altezza della ruota anteriore lato passeggero. Il comportamento insolito di Lawrence Welch mette in dubbio la sicurezza. Chi, avvicinandosi, ritiene opportuno chiamare i carabinieri. La vittima ha rivelato che, secondo WSMV4, in passato ha ricevuto molteplici minacce di omicidio, da qui l'idea di decentramento. Quando erano insieme, l'ex marito ha deciso di utilizzare Life360 per monitorare la posizione dell'altro, ma la donna ha subito capito che non era affatto una buona idea, quindi ha smesso.
Leggi anche: Spotify integrerà le stanze audio come Clubhouse? Facciamo chiarezza

Lawrence Welch non ha accettato la situazione, si è arrabbiato e ha iniziato a bombardare la sua ragazza di messaggi e a chiedere - secondo la vittima - di rivelare la sua posizione, oltre a chiedere di essere immediatamente richiamato. Welch alla fine è arrivato al centro di assistenza a domicilio, ma è andato all'auto della vittima per attaccare l'Apple Watch a una ruota, ha detto la polizia. Sembra che per evitare la disattivazione dell'app Life360 sul dispositivo della vittima, Welch abbia invece mantenuto attiva la sua versione sull'Apple Watch e si sia affidato ad essa per rintracciarlo. L'incidente è solo l'ultimo di una lunga serie iniziata nel luglio 2021, in cui Welch deve affrontare molteplici accuse di aggressione domestica. Arrestato a dicembre perché negli Stati Uniti lo stalking è considerato un reato molto grave.

Tuttavia, l'utilizzo di Apple Watch è raro poiché la maggior parte delle storie relative al monitoraggio ruotano attorno agli AirTag. Sebbene abbia caratteristiche anti-stalking che hanno salvato alcune potenziali vittime avvertendo della sua esistenza, è stato anche oggetto di più storie che descrivono in dettaglio i tentativi di perseguitare obiettivi, nonché molteplici lamentele da parte della critica.
Leggi anche: Telegram usato come "arma" per l'Ucraina? Gli usi inaspettati dell'app da un mese a questa parte

Lascia un commento