Digitare il Logo Apple sulla tastiera è possibile: ecco come farlo in pochi passaggi

Ti sei mai chiesto come digitare il logo Apple utilizzando le tastiere del tuo iPhone, iPad e Mac? In realtà, è molto più semplice del previsto. Apple ti consente di inserire il tuo logo utilizzando la tastiera del dispositivo. Non è così, data l'importanza dell'OEM di Cupertino per il suo marchio iconico. Ma come si digita in pratica? Dipende molto dal dispositivo. Sorprendentemente, non ci sono veri emoji o icone native, ma devi seguire alcuni passaggi. Su Mac è facile, mentre su iPhone e iPad devi lavorarci un po' di più.
Leggi anche: PayPal, grande novità: da oggi si possono pagare bollette, multe e tasse anche a rate

Logo Apple, ecco come digitarlo su iPhone, iPad e Mac

Cominciamo con Mac, questi dispositivi base ti permettono di digitare il logo Apple "nativamente". In effetti, tieni premuti i tasti Opzione + Maiusc e tocca il tasto K sulla tastiera. Come simbolo, puoi anche ridimensionarlo in base al carattere scelto. Ma devi usare un programma di terze parti come Word per farlo. L'aspetto della mela morsicata può cambiare per alcuni personaggi. Ad esempio, per Chalkboard è più ruvido e squadrato, per Chalkduster ha un profilo grosso, e così via.
Leggi anche: Nuovo aggiornamento WhatsApp: cosa cambia e perché non è accessibile a tutti

Tuttavia, per iPhone e iPad, ci sono ancora alcuni passaggi da seguire. Per prima cosa vai su Impostazioni e tocca Generali. Scorri verso il basso fino a trovare Opzioni tastiera e poi Sostituzione testo. Qui, il segno + spunta nell'angolo in alto a destra, fai clic su di esso e incolla il simbolo del logo Apple nella casella Frase. Invece, nel collegamento, digita la parola o la stringa di lettere che desideri utilizzare. Infine, salva nell'angolo in alto a destra e avrai sempre le opzioni a portata di mano. Alla fine, è tutto impostato in pochi passaggi. Curioso che iPhone e iPad non abbiano scorciatoie come il Mac, soprattutto per un'azienda così dettagliata come Apple.
Leggi anche: Blocco temporaneo delle notifiche: la guida per mettere in pratica la nuova funzione di Gmail

Lascia un commento